Antonella Mosetti lite trash a Pomeriggio 5 con Karina Cascella e Signoretti

Antonella Mosetti lite trash a Pomeriggio 5 con Karina Cascella e Signoretti

Antonella Mosetti

Il ritorno in tv di Barbara D’Urso dopo la pausa natalizia è stato segnato da un siparietto tipicamente trash proposto molto spesso dalla nota conduttrice. Ospiti d’eccezione a Pomeriggio 5 Antonella Mosetti, Karina Cascella e Riccardo Signoretti che hanno messo in scena una lite tutta da raccontare, decisamente fuori dai canoni televisivi, offensiva nei confronti del pubblico il cui video ha fatto il giro della rete in brevissimo tempo. L’opnionista di Uomini e Donne e il direttore di Nuovo hanno insultato Asia Nuccetelli, figlia dell’ex it girl di Non è la Rai mettendo in evidenza come nonostante la sua giovane età si sia cambiata i connotati a forza di ritocchi chirurgici. Le cose sono degenerate e Antonella ha risposto per le rime ai due personaggi che non a caso sono stati anche difesi da Barbara D’Urso.

La Mosetti ha poi spiegato d’aver incoraggiato la figlia solo quando voleva ritoccarsi il naso, un difetto che le creava dei disagi sociali. L’ex showgirl ha infatti preferito portare la figlia da un bravo chirurgo e seguirla nel percorso piuttosto che lasciarla da sola con il rischio di fare scelte sbagliate:

L’ho sempre bloccata su queste sue fantasie. A sedici anni, con le sue amichette, c’era questa emulazione verso i modelli televisivi, le veline. L’ho portata anche da uno psicologo. Non c’è stato verso… Una notte mi sono presa le sue foto e ho pensato a mia figlia come a una fan che mi chiede aiuto. Aveva questa gobbetta sul naso, non usciva più di casa. Appena maggiorenne, mi va magari da un chirurgo orrendo che me la rovina, ho pensato. Ho preso il miglior chirurgo che c’è in Italia, a Verona… L’ho strapagato. L’unico vero intervento estetico, poi solo qualche punturina di acido ialuronico, piccole cose

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.