Uomini e Donne shock: Marco Meloni insulta Mara Zucca e si becca la querela

L’ex tronista attacca la modella.

Uomini e Donne shock: l’ex corteggiatore ed ex tronista del trono classico Marco Meloni ha insultato la giovanissima modella e deejay sarda Mara Zucca sui social e l’ex concorrente di Miss Italia 2016 ha annunciato che ricorrerà alle vie legali. I fan della bellissima e avvenente Miss Sardegna 2016 sono rimasti sconvolti dagli insulti volgari e gratuiti che l’ex tronista le ha rivolto senza un perché sui social network.

Il post social della testimonial di Narcos Original Brand sulla serata di domani al Touch Club di Sassari, condiviso con i suoi fan sulla sua pagina Facebook ufficiale, ha scatenato la reazione del suo corregionale: “Perdonami non ero informato sui tuoi tour di successo… ero rimasto alla pubblicità per sbiancamenti anali o alla chat erotica a 4 dollari e 99 […] piano con le parole che qui appendi male le chiavi e ti fai male”.

Un botta e risposta social al vetriolo che ha spinto la deejay della Alchimy Group International a pubblicare un post sul suo profilo Facebook privato per fare chiarezza e smentire le dichiarazioni dell’ex tronista di Uomini e Donne nonché impiegato di banca.

La replica stizzita di Mara Zucca.

“Generalmente non do molta considerazione a soggetti di pochissima rilevanza – ha esordito ieri Mara Zucca su Facebook – Oggi mi sono svegliata con la luna storta. Quindi preciso qualche punto a chi ha come unico obiettivo insinuarsi in quello che è il mio lavoro e la mia vita. Marco Meloni capisco il tuo ego vista la tua popolarità come tronista di bassa lega che tenta di fare il dj con scarsi risultati, ma credo che come giudice della finale regionale di Miss Italia tu non possa screditare colei che è Miss Sardegna 2016 (capisco che tu sia stato pagato per quel ruolo che forse poco ti si addice, vista la tua poca signorilità, ma da poveraccia come hai precedentemente scritto io, non ti ho dato un centesimo) quindi credo che il tuo volermi screditare a tutti i costi sia dovuto o al non aver ricevuto alcuna considerazione extra concorso o alle frustrazioni dovute alla tua mancata carriera. Preciso ancora una volta – ha ribadito la modella e dj sarda -, nel video dello Sbiancamento Anale ero un’attrice che interpretava una parte pulita, non credo di dover essere denigrata per il ruolo, altrimenti nei prossimi film dove sarò la mafiosa e la camorrista dovrò essere arrestata. Preciso inoltre che non ho mai fatto parte di alcuna chat erotica, e gli screen che hai inviato in privato minacciandomi di divulgare in caso di non rimozione delle mie DOVUTE RISPOSTE, sono utilizzate impropriamente da terzi, e sono già in mano alla procura”.

L’ex tronista Marco Meloni si è spinto oltre e sul suo profilo Instagram ha rifilato una serie di insulti e offese alla modella sarda. Ha utilizzato i seguenti hashtag “sfigata”, “morta di fama” e “poveraccia” per denigrare la giovanissima dj e attrice sarda.

La Rete si sa non perdona! Marco Meloni ha poi cancellato il post incriminato, ma ormai aveva già fatto il giro del web… Mara Zucca ha infatti annunciato su Facebook di adire le vie legali contro l’ex tronista: “Ecco il riferimento alla tua squallida minaccia, una foto collegata ad un link oggi inesistente perché rimosso dalle autorità in quanto sfruttamento indebito della mia immagine. Ho deciso di stipendiare i miei avvocati. Auguri!!!”.

Un suo fan ha commentato: “Il diritto all’immagine è un diritto inviolabile degno di massima tutela sia in sede penale che in quella civile, soprattutto quando lede il decoro della vittima dell’uso improprio della foto”. Un altro suo sostenitore ha scritto:  “Che vergogna… sono senza parole. Forza Mara Zucca”. Un altro ha aggiunto: “È una cosa incredibile… Denigrare così una persona!!!”. Una sua amica ha commentato: “Io resto sconcertata, e non scrivo altro, so chi sei, conosco i tuoi valori da quando sei nata ad oggi”. I telespettatori di Uomini e Donne sono rimasti letteralmente sconvolti dalla raffica di insulti social che l’ex tronista ha rivolto alla modella.

Il caso finirà in tribunale!

loading...

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *